Ambra Grigia: un profumo alternativo!

Un paio di settimane fa sono andata al mercato di quartiere del giovedì mattina. Io adoro andare al mercato, perdermi tra le bancarelle, ammirare le composizioni di frutta e verdura che i contadini realizzano con tanta maestria, sentire il profumo delle piante aromatiche e dei fiori immaginandomi la Regina del Pollice Verde, rovistare tra gli abiti ammassati alla ricerca del pezzo unico a €5, scovare scarpe da urlo che a guardarle non si direbbe mai di averle acquistate al mercato, provare collane, orecchini, anelli, sciarpe e cappelli! Quel giovedì di marzo tutto ciò avvenne come di consueto se non che ad un certo punto una bancarella attirò la mia attenzione più delle altre. Questa bancarella vendeva oggetti e indumenti etnici come incensi, candele, pashmine in seta, copriletti in patchwork di seta, collane e orecchini. Ovviamente ho chiesto subito informazioni sull’infinita varietà di incensi da bruciare su apposito braciere e dopo averne selezionate tre tipologie l’occhio cadde su tanti piccoli cubetti strani di colore arancio. Incuriosita li prendo in mano per guardare meglio e rimango subito colpita e sedotta dalla sensuale e delicata fragranza. Chiedo informazioni e scopro che si trattava di Ambra Grigia. Mai saputo della sua esistenza! Fino a quel momento conoscevo solo l’ambra nel suo stato di gemma resinosa fossilizzata dalle note proprietà benefiche sia per il mondo emotivo della psiche che per curare dolori fisici dell’organismo. Sorpresa comincio a tempestare di domande il ragazzo della bancarella e a quel punto mi si apre un mondo.

L’Ambra Grigia non c’entra nulla con la pietra che tutti conosciamo, essa è una sostanza rara che viene ricavata dalle secrezioni di un animale molto particolare ed è anche una delle componenti principali dei più celebri e famosi profumi. Mi spiego. Appartenente alla famiglia dei cetacei (balene, orche ecc…) il Capodoglio produce delle secrezioni che lo aiutano a proteggere le pareti dello stomaco dai resti dei molluschi di cui si nutre. Ora queste sostanze secrete ad un certo punto vengono rigettate sotto forma di piccoli blocchi solidi (l’Ambra Grigia appunto) che piano piano giungono sulla terra ferma grazie al movimento delle onde del mare. Essa contiene al suo interno l’ambreina anch’essa sostanza naturale che a sua volta contiene il ferormone, sostanza biochimica in grado di esercitare una sorta di influenza sull’attività comportamentale degli esseri appartenenti alla stessa specie. Com’è risaputo anche il ferormone è contenuto in molti profumi proprio per il suo potere di rendere attrattivo l’odore della pelle della persona che lo indossa agendo direttamente sugli stimoli olfattivi di chi le sta intorno. Giunta sulla terra ferma, l’Ambra Grigia viene lasciata riposare e asciugare al sole in modo che la sua fragranza e le sue proprietà non si disperdano nell’aria ma rimangano ben fissate. Come si è potuto capire questa sostanza è molto molto rara quindi se vi va di provarla ricordatevi di chiedere info sulla sua provenienza e di accertarvi che sia stata recuparata attraverso il suo galleggiamento naturale e non con la cattura dei poveri Capodogli. Una volta asciutta è possibile utilizzarla come profumo per la pelle strofinando delicatamente il cubetto sulla parte desiderata e vi assicuro che la sua delicata, sensuale e inebriante fragranza vi accompagnerà per tutto il giorno (da quando l’ho acquistata non riesco più a metterne nessun altro…!). E’ possibile utilizzarlo anche come profumo per i capelli strofinandone un pochino sui palmi e successivamente pettinarvi con le mani stesse (vi assicuro che il risultato è fantastico), oppure come profumo per la casa strofinandolo delicatamente sui bordi del bruciatore di oli essenziali.

Mi raccomando! Ricordatevi che anche in questo caso il troppo stroppia! Ne basta una piccola quantità per rendere il profumo della vostra pelle irresistibile!