L’Alchimia

Alchimia? Che cos’è l’alchimia? Spesso mi sono posta questa domanda e ammetto di non aver mai approfondito il tema nè da un punto di vista teorico nè letterario (quindi se avete suggerimenti a riguardo: prego! Fatevi avanti!) ma solo attraverso gli eventi che la Vita mi ha presentato. Quando sento la parola “alchimia” balza subito nella mia mente un non so che di chimico, ecco si, mi riporta alla chimica.

Nella chimica gli atomi degli elementi naturali si fondono tra loro grazie a una forza definita legame chimico. In base alla sua intensità, reattività e stabilità questa fusione è in grado di dare vita a nuove sostanze, alcune più semplici altre più complesse. Esiste poi un altro tipo di forza chiamata forza intermolecolare, considerata legame chimico secondario nonostante sia in realtà molto importante poichè da essa dipende la capacità della nuova sostanza di evolversi nel tempo in relazione alle variazioni di temperatura e pressione circostante.

Wow, io trovo tutto ciò estremamente affascinate. Non è proprio ciò che accade quando incontriamo una persona che in qualche modo ci smuove dentro e che decidiamo di conoscere più a fondo? Ma facciamo un passo indietro, torniamo all’Alchimia. Di solito si dice che quando c’è alchimia le persone appaiono più brillanti, si prova un stato di benessere particolare, la conversazione è fluida e divertente, c’è vitalità, e il desiderio di fare cose nuove prende il via senza freni. Entrambe le persone ricevono energia sentendosi più vitali e attivi. Per me l’alchimia però va oltre a tutto ciò. Per me è un processo magico, mistico,  che scatta così, dal nulla, quando meno te lo aspetti, naturale, istintivo, libero, sincero, senza intenzioni ne strategie. Una danza poetica di emozioni, sensazioni, scambi di flussi energetici attraverso gesti semplici e spontanei. Una magia sottile che da vita a un processo creativo, di trasformazione in cui niente che sta intorno rimane più così com’è. Chiunque e qualunque cosa si adorna di bellezza, una bellezza unica, rara. Tutto diventa irresistibile. Prende vita una reazione chimica che si trasforma in attrazione magnetica. Un desiderio irrefrenabile di unione, non per forza sessuale, ma di mente, fame di conoscenza profonda che porta a una incontrollata apertura del proprio cuore. Una compenetrazione molecolare delle anime. Il desiderio di conoscersi e di essere conosciuti si eleva nell’aria, le parole escono una dopo l’altra e lo spazio e il tempo non esistono più. Le differenze tra i due corpi e delle vite vissute si annullano trasformandosi in unione, una unione di corpo, mente e spirito, di anima, amicizia profonda e comprensione empatica. Ogni parola, sguardo, sfioramento e sorriso è scintilla di un processo creativo che nella nostra mente stimola la nascita di visioni per le quali tutto è possibile e l’impossibile non esiste più.  Tutto intorno a noi acquisisce una luce diversa, i problemi spariscono e tutto appare improvvisamente brillante, unico, lucente e noi siamo lì coscienti e consapevolmente accogliamo questa luce. Tutto ciò genera in noi delle reazioni, un trasporto emotivo che risveglia sentimenti, impulsi sensoriali, ricordi e chi si trova di fronte a sua volta viene inondato e avvolto dalla nostra energia aprendo così le danze a uno scambio energetico primordiale. Tutto intorno diventa affascinante. La mente è attiva e la sua capacità ricettiva e reattiva è potenziata all’infinito. In quel momento siamo consapevoli di tutto quello che accade e questa consapevolezza permette alla nostra Vita di far tesoro di questa esperienza mistica per sempre. Anche se solo per un’istante, per una sera, una settimana, un mese, un’ora, come gli atomi nella chimica, le due anime si fondono tra loro trasformandosi in una entità sconosciuta, unica nel suo genere. L’interazione è spontanea, la voglia di raccontarsi pulsa dalle propofondità delle proprie viscere, ci si sente eccitati, completamente presi da un senso nuovo di scoperta, a turno si genera la risposta nell’altro e intanto il campo di energia sale su su, su nel cielo toccando le stelle.

Non si sa come tutto ciò andrà a finire o come semplicemente la conversazione si evolverà, è tutto talmente bello che neanche interessa saperlo. Presi e sommersi dalla nostra routine quotidiana, ciò che rende magico questo processo creativo è quella nuova voglia irrefrenabile di scoperta e di creazione di un qualcosa di nuovo, la nascita di un amore, di una amicizia o ancora più importante il (re)incontro tra le due anime.